Un festival per elevare lo sguardo, scoprire le radici, cercare il sacro, aprirsi all’inatteso…

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

ANDREA COLAMEDICI e MAURA GANCITANO

Filosofi e scrittori, sono gli ideatori di Tlon, scuola di filosofia, casa editrice e libreria teatro. Hanno scritto insieme Tu non sei Dio (2016), Lezioni di Meraviglia (2017), La Società della Performance (2018) e Liberati della brava bambina (Harper Collins 2019).

18 LUGLIO 2020 - ore 17.10

BRUNETTO SALVARANI

Teologo, saggista, esperto di dialogo ecumenico e interreligioso, docente di Missiologia e Teologia del dialogo. Dirige la rivista “QOL”, fa parte della redazione della trasmissione Protestantesimo di Rai 2, è tra i conduttori di Uomini e Profeti di Rai Radio ).

18 LUGLIO 2020 - ore 18.30

PIERO MASSIMO MACCHINI

Attore multitasking, Macchini spazia con disinvoltura dal teatro di strada al cinema, passando per il teatro comico alla tv e dal web alla radio. Nel suo alter ego più comunicativo, il Provincialotto, sintetizza il suo codice etico in due sole parole: radical grezzo.

18 LUGLIO 2020 - ore 22.00

QUANTO MANCA?

Per l’edizione 2020, la montagna per la prima volta, ha suggerito non più una, ma due parole, quelle che più di ogni altre si pronunciano in montagna: “Quanto manca?”.
È la domanda che contiene la fatica della salita che chiede tempi certi sulla sua fine; l’attesa sospirata che conta il tempo che separa da un evento tanto desiderato; la speranza della sentinella che attende vigile la luce dell’alba, che spazza via la notte.
Il tema 2020, deciso in tempi non sospetti, si è rivelato quanto mai profetico alla luce dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, che ci ha costretti ad una quarantena durante la quale il “quanto manca?” era nel pensiero di tutti.
Con un programma ridotto ma intenso, il Festival lancerà uno sguardo sul clima di attenzione/tensione che stiamo vivendo, aprendo ad una riflessione su come imparare ad essere in sintonia con i nostri tempi, anche nelle situazioni più difficili; cercherà di sollecitare interrogativi sul quanto manca alla fine dei tempi o alla creazione dei robot senzienti muniti di un’intelligenza artificiale; indagherà il valore che ha l’attesa e la noia ed altro ancora.
Riflessioni per l’Uomo in cammino, che decide di ascendere la propria montagna interiore, alla ricerca di sé e del divino.

SCARICA IL PROGRAMMA

PRENOTA GLI EVENTI