Il programma

Locandina 2014

 

ASPETTANDO IL FESTIVAL

20 luglio 2014 – Monti Sibillini

Ore 15,30

 [L’esperienza]

NEL SILENZIO DEL TRAMONTO

Escursione dalle Bassete a  Tre Vescovi

 ritrovo a Pintura di Bolognola

Racconti, leggende e musica con ADOLFO LEONI  

Al termine dell’escursione, al tramonto

concerto degli ETNOARMONIA

Un’escursione di grande suggestione in un luogo di immenso fascino tra i Sibillini, con la guida del Cai Sezione di Amandola. Al paesaggio, si accompagnano i racconti del giornalista e scrittore Adolfo Leoni, amante ferito e appassionato della Terra di Marca, delle sue tradizioni, della sua anima leggendaria e quanto mai autentica.
Al termine dell’escursione, al tramonto, nell’incantevole scenario dei nostri Monti Azzurri, un concerto del gruppo Etnoarmonia, un piacevole racconto a ritroso nel tempo alla ricerca delle origini delle danze e delle melodie ancestrali che vede intrecciarsi il passato e la modernità, i suoni antichi ed evocativi di violini, flauti, cornamuse e percussioni che si fondono con l’attualità del pianoforte elettrico, della chitarra acustica e del contrabbasso.

 

 

Ore 17,00

[Parole]

“LA SIBILLA APPENNINICA”

Presentazione del libro di JAMES RICHARDS e LUCA PIERDOMINICI

Nel fantastico Borgo di Montefalcone Appennino viene presentato il libro del Prof. James Richards e del Prof. Luca Pierdominici, una traduzione in italiano ed inglese del libro V° del “Guerrin Meschino” di Andrea da Barberino scritto nel 1410 e del “Le paradiis de la reine Sibylle “di Antoine de la Sale del 1420; un testo volto a valorizzare ed internazionalizzare la cultura del nostro territorio.

 

Ore 18,00

[esperienza]

Discesa in corda doppia dalla rupe

La manovra di calata in corda doppia è quella che permette ad un alpinista di scendere facilmente con una velocità regolata lungo le corde; si tratta di una manovra semplice, ma che richiede molta attenzione. In occasione del Festival sarà possibile assistere ad una dimostrazione di calata in doppia organizzata dal CAI Amandola, con spiegazione della tecnica e dei materiali neccessari, con la possibilità per tutti di provare l’emozione di una calata in doppia, ovviamente assistiti e controllati. Non servono particolare preparazione o esperienza, basta avere abbigliamento comodo e la voglia di “buttarsi”, affidandosi completamente alla corda, per provare, anche se in piccolo, la stessa sensazione che hanno provato, prima di noi, tutti gli alpinisti.

 

 Ore 18,00

Corso di hatha yoga

“RESPIRO, SUONO, SILENZIO”

con ANTONELLA DE GASPERI

Benessere psico-fisico, hatha yoga per liberare la mente dai pensieri e ritrovare il silenzio interiore che sviluppa la consapevolezza e l’equilibrio tra mente e corpo.

 

Ore 19,00

Corso di Tai Chi

Shi-Fu SAURO DELLAPITTIMA, della a.s.d. T.K.F.A.

(Traditional Kung Fu Association)

del Gran Maestro Luigi Guidotti

Il Tai Chi Chuan è annoverato fra i più importanti “stili interni” di Kung-Fu. I suoi morbidi movimenti, che seguono traiettorie circolari, sono definiti come una “forma di meditazione in continuo movimento” e rappresentano quanto di più bello ed elegante l’arte marziale cinese, grazie ai Maestri di Kung-Fu Tradizionale, ci abbia tramandato nei secoli.
Praticare il Tai Chi Chuan è come “nuotare nell’aria“, muovendosi in un unico e ininterrotto movimento dall’inizio alla fine che fa pensare allo scorrere quieto di un grande fiume o del tempo.

 

Ore 20,00

[convivalità]

“APERICENA”

Organizzato dalla Pro-Loco di Montefalcone

Un momento di convivialità da trascorrere tutti insieme, gustando le prelibatezze che prepareranno per noi i ragazzi della Pro-Loco di Montefalcone, prima di iniziare la serata cinema.

 

Ore 21,30

[immaginario]

Cinema “LA MORTE SOSPESA”

Due amici alpinisti, Joe Simpson e Simon Yates, stanno aprendo una via su una delle più difficile pareti delle Ande. Un piede scivola sul ghiaccio e Joe cade… Il pathos ha il suo culmine nella scena centrale del film, con Simpson sospeso a una corda con una gamba fratturata e l’amico Yates incapace di vedere e sentire l’amico dopo la caduta. Una storia di sopravvivenza, amicizia e coraggio, un incredibile racconto umano di sfida e volontà.

 

 22  luglio 2014 – Montefalcone Appennino

 

Ore 17,00

[immaginario]

Inaugurazione della mostra

“UNA TRAGEDIA ALLE NOSTRE PORTE”

di JOHN DOWLING

Nel 2000 (poco dopo la fine della guerra) John Dowling ha trascorso sei settimane nel Kosovo, divenendo testimone della tragedia della guerra e della terribile vita degli abitanti di un paese devastato dalla guerra, nelle sue grandi città ma anche nei piccoli villaggi di montagna e nei campi profughi.
Ne è nata una mostra, esposta a Londra nel 2001, che oggi viene inaugurata a Montefalcone Appennino, arricchita da alcuni inediti.

 

[esperienza]

Ore 18,00

Discesa in corda doppia dalla rupe

 La manovra di calata in corda doppia è quella che permette ad un alpinista di scendere facilmente con una velocità regolata lungo le corde; si tratta di una manovra semplice, ma che richiede molta attenzione. In occasione del Festival sarà possibile assistere ad una dimostrazione di calata in doppia organizzata dal CAI Amandola, con spiegazione della tecnica e dei materiali neccessari, con la possibilità per tutti di provare l’emozione di una calata in doppia, ovviamente assistiti e controllati. Non servono particolare preparazione o esperienza, basta avere abbigliamento comodo e la voglia di “buttarsi”, affidandosi completamente alla corda, per provare, anche se in piccolo, la stessa sensazione che hanno provato, prima di noi, tutti gli alpinisti

 

Ore 18,00

Corso di hatha yoga

“RESPIRO, SUONO, SILENZIO”

con ANTONELLA DE GASPERI

Benessere psico-fisico, hatha yoga per liberare la mente dai pensieri e ritrovare il silenzio interiore che sviluppa la consapevolezza e l’equilibrio tra mente e corpo.

 

Ore 19,00

Corso di Tai Chi

Shi-Fu SAURO DELLAPITTIMA, della a.s.d. T.K.F.A.

(Traditional Kung Fu Association)

del Gran Maestro Luigi Guidotti

 Il Tai Chi Chuan è annoverato fra i più importanti “stili interni” di Kung-Fu. I suoi morbidi movimenti, che seguono traiettorie circolari, sono definiti come una “forma di meditazione in continuo movimento” e rappresentano quanto di più bello ed elegante l’arte marziale cinese, grazie ai Maestri di Kung-Fu Tradizionale, ci abbia tramandato nei secoli.
Praticare il Tai Chi Chuan è come “nuotare nell’aria“, muovendosi in un unico e ininterrotto movimento dall’inizio alla fine che fa pensare allo scorrere quieto di un grande fiume o del tempo.

Ore 20,00

[convivalità]

“APERICENA”

Organizzato dalla Pro-Loco di Montefalcone

Un momento di convivialità da trascorrere tutti insieme, gustando le prelibatezze che prepareranno per noi i ragazzi della Pro-Loco di Montefalcone, prima di iniziare la serata cinema.

Ore 21,30

[immaginario]

Cinema  “NORTH FACE”

Un film che chi ama la montagna non può permettersi di perdere. L’Eiger è il sogno di molti alpinisti. Durante l’estate del 1936, Toni Kurz e Andi Hinterstoisser, due militari bavaresi, decidono di provare a scalarlo. Considerata una delle scalate più difficili del massiccio alpino, questa leggendaria e tragica ascensione viene seguita da diversi giornalisti, tra cui la compagna di Toni, che lavora per una rivista tedesca. All’inizio va tutto per il meglio ma poi gli alpinisti soccombono alla montagna: comincia una disperata lotta alla sopravvivenza…

 

23  luglio 2014 – Montefalcone Appennino

[L'esperienza]

Ore 17,30

Discesa in corda doppia dalla rupe

 La manovra di calata in corda doppia è quella che permette ad un alpinista di scendere facilmente con una velocità regolata lungo le corde; si tratta di una manovra semplice, ma che richiede molta attenzione. In occasione del Festival sarà possibile assistere ad una dimostrazione di calata in doppia organizzata dal CAI Amandola, con spiegazione della tecnica e dei materiali neccessari, con la possibilità per tutti di provare l’emozione di una calata in doppia, ovviamente assistiti e controllati. Non servono particolare preparazione o esperienza, basta avere abbigliamento comodo e la voglia di “buttarsi”, affidandosi completamente alla corda, per provare, anche se in piccolo, la stessa sensazione che hanno provato, prima di noi, tutti gli alpinisti

Ore 18,00

Corso di hatha yoga

“RESPIRO, SUONO, SILENZIO”

con ANTONELLA DE GASPERI

 Benessere psico-fisico, hatha yoga per liberare la mente dai pensieri e ritrovare il silenzio interiore che sviluppa la consapevolezza e l’equilibrio tra mente e corpo.

Ore 19,00

Corso di Tai Chi

Shi-Fu SAURO DELLAPITTIMA, della a.s.d. T.K.F.A.

(Traditional Kung Fu Association)

del Gran Maestro Luigi Guidotti

 Il Tai Chi Chuan è annoverato fra i più importanti “stili interni” di Kung-Fu. I suoi morbidi movimenti, che seguono traiettorie circolari, sono definiti come una “forma di meditazione in continuo movimento” e rappresentano quanto di più bello ed elegante l’arte marziale cinese, grazie ai Maestri di Kung-Fu Tradizionale, ci abbia tramandato nei secoli.
Praticare il Tai Chi Chuan è come “nuotare nell’aria“, muovendosi in un unico e ininterrotto movimento dall’inizio alla fine che fa pensare allo scorrere quieto di un grande fiume o del tempo.

Ore 20,00

[convivalità]

“APERICENA”

Organizzato dalla Pro-Loco di Montefalcone

 Un momento di convivialità da trascorrere tutti insieme, gustando le prelibatezze che prepareranno per noi i ragazzi della Pro-Loco di Montefalcone, prima di iniziare la serata cinema.

 

Ore 21,30

[immaginario]

Cinema “THE ARTIST”

 Un film muto che appassiona e diverte. Vincitore di cinque statuette ai Premi Oscar 2012, tre Golden Globe, sette BAFTA e sei César, il film è ambientato nella Hollywood del 1927. Georges Valentin è un divo del cinema muto. La vita sembra sorridergli finché l’avvento dei film sonori lo condannerà all’oblio. Peppy Miller, invece, è una giovane controfigura: per lei solo piccoli ruoli che le permettono a malapena di sopravvivere. I due vivono una storia d’amore destinata a divenire sempre più tormentata. Le loro strade professionali continueranno a divergere ma con destini ribaltati: il declino lavorativo dell’uomo corrisponderà all’ascesa della donna nell’olimpo delle star. Il tema del “silenzio” viene affrontato con un film di una forte carica emotiva.

 

 APERTURA DEL FESTIVAL

24 Luglio 2014- Smerillo

[inaugurazione Festival]

Ore 18,00

[esperienza]

Cammino di avvicinamento al Festival

Accoglienza dei camminatori

 I Sibillini sono montagne dai grandi orizzonti, praterie montane, creste affilate e gole impervie, scavate nel calcare. Un ambiente di rara bellezza, che si attraversa in tre giorni di cammino, per approdare sulle armoniose colline marchigiane, a Smerillo. Durante il cammino di avvicinamento al festival affronteremo il tema del silenzio, che sigla l’intera manifestazione, con letture: la guida porterà le sue scelte, ma tutti possono arricchire le serate e le soste con proprie proposte. E i monti della Sibilla ci offriranno il prezioso dono del silenzio, nel cuore dell’estate.  Partenza il 22 luglio da Fiastra ed arrivo a Smerillo il 24 luglio.
Vedi info e programma su : http://www.leparoledellamontagna.it/?p=1611

 

[immaginario]
 “INTO THE SILENCE”
Mostra Fotografica di CARLO  BEVILACQUA
Presentata da CECILIA C CASADEI
Uno spaccato sull’ermetismo contemporaneo, la mostra è stata pubblicata in più di quindici paesi in riviste come GEO, Ojo de Pez, Chine Lens, La Croix, e gli sono stati dedicati articoli su riviste come L’Espresso o Art Inside e sui blogs più influenti sulla fotografia contemporanea come New York Times Lens Blog o L’oeil de la Photographie. La mostra arriva ora a Smerillo, per parlare di silenzio, nella forma estrema dell’eremitismo, una vita di solitudine, veglie, letture, meditazione e, nel caso degli eremiti religiosi, preghiera. Scatti di forte impatto emotivo da non perdere.

 

 Ore 20,00

[convivalità]

Buffet Festival

Cena con degustazione di prodotti tipici del territorio

 

Ore 21,30

[parentesi]

la poesia apre

“DEEP” di GIORGIO TASSI

 

 [parole]

“I SILENZI DELL’ANIMA”

Incontro con CARLA PERROTTI

Documentarista, con lunghissima esperienza di viaggi e spedizioni nei luoghi più selvaggi ed inesplorati della terra,  Carla Perrotti è la prima donna ad aver attraversato da sola con i Tuareg in Sahara, il deserto del Ténéré in Niger a seguito di una carovana del sale. Ha attraversato tutti i deserti della terra, in avverse condizioni, con temperature di 45 gradi durante il giorno e di 3-4 gradi nel corso della notte, in ambienti suggestivi e ricchi di storia. Ci parlerà della sua esperienza personale di silenzio, voce dell’anima.

 

25 luglio 2014 – Smerillo

 

Ore 17,30

[parole]

MONTAGNE DI PAROLE, PAROLE DI MONTAGNA

Presentazioni libri di montagna (e non solo)

PASSEGGIANDO PER IL MERCATINO

Due passi tra le mura incantate del borgo di Smerillo, stretti tra l’abbraccio dei Monti Sibillini, con la possibilità di trovare parole e prodotti tipici nutrienti per l’anima e per il corpo.

 

Ore 18,30

[parentesi]

la poesia apre

con VALENTINA COLONNA, ENRICO MARCUCCI

LORENZO BABINI, DAVIDE TARTAGLIA

Agorà poetico organizzato da Quid Culturae

Giovani poeti emergenti, contribuiscono con i loro versi alla parentesi poetica in apertura delle giornate di Festival.

 

 [parole]

“LA VOCE DEL SILENZIO”

Incontro con LUCIANO MANICARDI

Il silenzio è il luogo culminante dell’esperienza spirituale. La divinità è nella voce del silenzio, una voce silenziosa, sussurro di una brezza leggera. Voce di un silenzio sottile. Il monaco, vice Priore della Comunità Monastica di Bose, con la sua esperienza personale di silenzio, farà emergere dalla Scrittura lo spessore esistenziale e la sapienza di vita di cui è portatrice.

 

 Ore 19,30

[parole]

“LA DIVINA MONTAGNA: ETICA DELL’ALPINISMO”

Incontro con SPIRO DALLA PORTA XIDYAS

Con la saggezza dei suoi 97 anni, l’alpinista e scrittore Spiro Dalla Porta Xidyas ci parlerà della sublimazione del salire in vetta per non ridiscendere, del rimanere spiritualmente lassù, dell’etica della montagna, dell’alpinismo visto come ascesi e non semplicemente come atto fisco e sportivo, dell’elogio della bellezza.

 

Ore 20,30

[convivalità]

Buffet Festival

Cena con degustazione di prodotti tipici del territorio

 Ore 22,00

[immaginario]

NOTE IN CALCE”

Spettacolo di musica e poesia

con OS ARGONAUTAS e FILIPPO DAVOLI

La musica si fonde con la poesia. Appassionati versi poetici accompagnati da musica portoghese, brasiliana, capoverdiana e qualche nota di musica d’autore italiana che ne ha raccolto le influenze. Il racconto del viaggio di un equipaggio nel quale i protagonisti cantano il proprio modo di essere.

 

26 luglio 2014 – Smerillo

Ore 9,00

[esperienza]

Corso di meditazione e silenzio

“IL SILENZIO INTERIORE”

Con ANTONELLA DE GASPERI

 Meditazione silenziosa sul corpo, dove la mente si ferma per lasciare libera espressione del corpo nella sua interezza (corpo, respiro, mente).

 

Ore 10,00

[Festival dei bambini]

 “CHE BELLA LA MONTAGNA!!”

Racconti e passeggiate con gli asini

Spettacolo ed animazione

con ELENA BELMONTESI

ed il mimo ALDO SPAHIU

ore 16,00

LABORATORIO PER BAMBINI

con ELENA BELMONTESI

 Autrice della raccolta di racconti per l’infanzia ambientati a Smerillo “Guarda chi si vede”, la logopedista e educatrice Elena Belmontesi guida i più piccoli (e non solo) nei  paesaggi magici fatti di animali parlanti e altre meraviglie. Passeggiata nei boschi di Smerillo, con gli asini di Forestcamp e gli spettacoli del mimo Aldo Spahiu che affascinerà i bambini.
Nel pomeriggio, un laboratorio esperienziale per i più piccoli e giochi sul tema del silenzio.

 Ore 11,30

[parentesi]

Agorà poetico organizzato da Quid Culturae

IL SILENZIO CHE PARLA

con FILIPPO DAVOLI, FRANCO LOI, DAVIDE RONDONI, PAOLA LORETO

Smerillo, già denominato “cittadella della poesia”, accoglie poeti di fama nazionale ed internazionale, che soggiorneranno nel piccolo Borgo per tutta la durata del Festival per riflettere sul tema del silenzio e scrivere versi poetici che verranno condivisi alla fine della manifestazione. Le parole della montagna si riempiono di suono poetico e riecheggiano nell’aria di Smerillo.

 

Ore 16,00

[parole]

MONTAGNA DI PAROLE, PAROLE DI MONTAGNA

Presentazioni libri di montagna (e non solo)

Ore 16,30

[parentesi]

la poesia apre

con FILIPPO DAVOLI, FRANCO LOI, PAOLA LORETO

La poesia apre. Apre la giornata di Festival ma apre anche e soprattutto l’animo e lo predispone ad una amplificata percezione sensoriale di tutto quello che verrà nel resto della serata.

 

[parole]

“EREMITI: ABITARE IL SILENZIO”

Incontro con ESPEDITA FISHER

La scelta della solitudine, della contemplazione e dell’ascetismo esiste ancora. Lontani dallo stereotipo falsante dell’eremita misantropo, Espedita Fisher racconta gli eremiti di oggi, abitanti di un eremo soprattutto interiore, prima che geografico. La giornalista calabrese ha percorso l’Italia sconosciuta delle montagne e delle zone rurali, tracciando una sorprendente testimonianza di chi oggi cerca ancora il significato profondo delle cose nel silenzio e nella scoperta di una verità che, sola, può condurre l’uomo alla vera libertà.

 

[parole]

“IL VIAGGIO VERTICALE E IL SILENZIO DELL’ABISSO”

Incontro con ENRICO CAMANNI

Che cos’è la scalata, se non un viaggio verticale? L’uomo che si solleva da terra e intraprende una scalata è esploratore di uno spazio che non gli appartiene.
Scalare e viaggiare nascondono lo stesso segreto, rispondono alla stessa parola d’ordine: leggerezza. Con parole che assomigliano ai gesti leggeri e sicuri di chi sale in parete, Camanni spiega come l’esperienza di un “viaggiatore verticale” abbia molteplici dimensioni: quella fisica, legata al peso del corpo, all’inesorabile legge di gravità, e alle buone pratiche per affrontarla con successo; quella sensoriale, che allena oltre ai muscoli anche lo sguardo, il tatto, l’udito, e analizza tutte le relazioni con la materia circostante, sia essa la roccia o l’aria; e soprattutto, quella spirituale che indaga e interroga i movimenti dell’anima che preparano e accompagnano l’esperienza della scalata.

 

 PASSEGGIANDO PER IL MERCATINO

 Due passi tra le mura incantate del borgo di Smerillo, stretti tra l’abbraccio dei Monti Sibillini, con la possibilità di trovare parole e prodotti tipici nutrienti per l’anima e per il corpo.

 

Ore 19,30

 [parole]

“OLTRE I QUATTORDICI OTTOMILA”

Dove regna il silenzio

Incontro con SILVIO GNARO MONDINELLI

Salire una montagna, raggiungere gli ottomila metri ed oltre, attraverso i racconti di Silvio Mondinelli, detto Gnaro, per vivere con lui un’esperienza emozionante che non è impresa eroica o primato sportivo, ma esperienza trascendente che trasforma. Vivere, attraverso i suoi racconti, i molteplici soccorsi effettuati durante le sue spedizioni extra-europee. Spesso proprio la decisione di portare aiuto a qualche alpinista in difficoltà, talvolta un amico, più di frequente uno sconosciuto, si è rivelata determinante per il fallimento di un tentativo di scalata alla vetta; non per questo Gnaro ha chiuso gli occhi di fronte alla sofferenza umana.
I racconti di Gnaro saranno accompagnati dal film documentario “Oltre i 14 ottomila” realizzato dalla giornalista Sky Dody Nicolussi, film che ha avuto la menzione d’onore al festival internazionale “Sport Movies & TV” di Milano.

 

Ore 20,30

[convivalità]

Buffet Festival

Cena con degustazione di prodotti tipici del territorio

 

Ore 22,00

[immaginario]

“AVEVAMO UN APPUNTAMENTO”

In concerto con CLAUDIO SANFILIPPO

Cantautore (Targa Tenco con l’opera prima “Stile libero”), è anche autore per De André, Finardi, Bertoli, nonché Mina, per la quale ha tra l’altro scritto la recentissima “La palla è rotonda”, sigla RAI dei collegamenti sportivi dei Mondiali di Calcio 2014. E’ in uscita un suo nuovo album, “Avevamo un appuntamento”, contenente nuovi brani inframezzati da inserti poetici letti da Neri Marcorè.

 

[parole]

Incontro con l’eremita

 Chiude la giornata l’incontro con l’eremita, con chi del silenzio ha fatto il compagno fondamentale della sua esistenza.

 

27 luglio 2014 – Monti Sibillini 

 [Esperienza]

IL SILENZIO DELLA SAMARA

Escursione sulle balze rocciose di Monte Pizzo

Ore 7,30 ritrovo in Amandola, Piazza Risorgimento

Racconti, leggende e musica

Racconti, leggende e musica con ENRICO CAMANNI  

Al termine dell’escursione, al tramonto, spettacolo

 Ancora una volta, il CAI Sezione di Amandola ci accompagna in un’escursione su un magico sentiero dei Monti Sibillini, alla ricerca di un altro luogo inesplorato, fuori dagli itinerari turistici.
Le meraviglie del paesaggio si sposeranno con le riflessioni e le letture dell’alpinista e scrittore Enrico Camanni, che ci proporrà un modo di scalare che è “salire in silenzio la montagna”, con le sue moltissime valenze filosofiche e simboliche. Antichissimo e postmoderno allo stesso tempo.