↑ Return to Festival 2012

I Protagonisti

Fausto De Stefani

Alpinista di chiara fama, naturalista, fotografo, mantovano di nascita, nepalese di adozione. È tra i pochi alpinisti al mondo ad aver scalato, senza ossigeno, tutti e 14 gli 8000 mt. Lontano dal vivere l’esperienza alpinistica come mera impresa eroica, attribuisce all’ascesa alla vetta un significato spirituale. Grazie alla sua sensibilità, da anni progetta e realizza interventi umanitari in Nepal e Kirtipur.

 

Luciano Manicardi

Monaco e vice priore del Monastero di Bose. Responsabile della formazione culturale dei novizi, collabora a diverse riviste, tra cui “Parola, Spirito e Vita”. Attento all’intrecciarsi dei dati biblici con le acquisizioni più recenti dell’antropologia, riesce a far emergere dalla Scrittura lo spessore esistenziale e la sapienza di vita di cui è portatrice.  È autore di numerosi saggi tra cui di recente pubblicazione: Per una fede matura (2012); La vita religiosa: radici e futuro (2012); Memoria del limite (2011).

 

Roberto Mancini

Filosofo, professore ordinario di filosofia teoretica all’Università di Macerata. Collabora con le riviste «Servitium», «Ermeneutica Letteraria», «Altreconomia» e dirige la collana «Orizzonte filosofico» dell’Editrice Cittadella di Assisi. Ha scritto più di 200 articoli e saggi brevi di etica, antropologia filosofica, teoria della verità, filosofia della religione. Tra le sue recenti pubblicazioni si segnalano: “Il servizio dell’interpretazione. Modelli di ermeneutica nel pensiero contemporaneo” (2010); “Sperare con tutti” (2010); “Il senso della fede. Una lettura del cristianesimo” (2010); “Le logiche del male. Teoria critica e rinascita etica della società”, Torino, Rosenberg & Sellier,  (2012).

Marco Guzzi

Filosofo e poeta, ha sempre affiancato alla ricerca poetica e filosofica un’intensa attività di comunicazione culturale attraverso seminari e conferenze, lavorando a lungo anche nei mezzi della comunicazione di massa. Ha infatti, condotto alcune delle principali trasmissioni di dialogo col pubblico di Radio RAI, quali Dentro la sera, 3131, e Sognando il giorno. Dal 1999 conduce gruppi di autotrasformazione in cui si tenta di favorire il processo di liberazione interiore che il tempo collettivo richiede e sollecita in ciascuno di noi. Ha pubblicato innumerevoli opere sia in ambito poetico che teorico, fra cui: Darsi pace – Un manuale di liberazione interiore (Paoline 2004); Yoga e preghiera cristiana – Percorsi di liberazione interiore (Paoline 2009); Il cuore a nudo – Guarire in dialogo con Dio
(Paoline 2012).

 

Claudio Widmann


Psicologo e psicoterapeuta. Completato il training analitico personale, ha curato la formazione junghiana con Dieter Baumann e Adriana Mazzarella, entrando a far parte di un circolo di analisti fondato dallo stesso Baumann e da Marie-Louise von Franz. Dal 1992 è Direttore dell’I.C.S.A.T. (Italian Committee for the Study of Autogenic Therapy); dal 1995 affianca all’attività clinica quella di docente, tenendo lezioni e seminari presso università italiane e straniere e Scuole di Specializzazione in Psicoterapia, nonché attività di relatore a convegni nazionali e internazionali in Italia. Costituiscono oggetto elettivo della sua trattazione la teoria del simbolismo, il significato psicologico di simboli archetipici, la dinamica della vita immaginativa, l’elaborazione dei sogni, la tecnica del trattamento analitico. Ha pubblicato numerosi testi, tra cui i più recenti: “Il viaggio come metafora dell’esistenza” (Ed. Scientifiche MA.GI. 1999), “In dialogo con l’inconscio” (Ed. Scientifiche MA.GI., 2011), “Il mito del denaro” (Ed. Scientifiche MA.GI., 2012),  “Simbolo o sintomo” (Ed. Scientifiche MA.GI., 2012).

 

 

Rosa Maria Cimino

Professore Associato presso l’Università degli Studi di Lecce, cattedra di Storia dell’Arte dell’India. Ha lavorato nell’Ufficio Culturale dell’IsIAO (Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, ex IsMEO) dal 1970. Si è occupata in particolare dell’organizzazione di mostre in Italia e all’estero, delle pubblicazioni dell’Istituto, dell’organizzazione di convegni, conferenze, seminari. Si è anche interessata ai rapporti con i Ministeri, Ambasciate, Istituzioni culturali e scientifiche italiane e straniere. Ha insegnato per diversi anni ‘Cultura e Arte Indiana’ presso la Scuola di Lingue e Culture Orientali dell’IsMEO. Ha realizzato e curato tra le altre mostre di cultura e arte indiana, due mostre fotografiche: Kailash: la montagna degli dei e Kumba Mela, che ha di recente generosamente donato al Comune di Smerillo.

Peppe Servillo

Voce degli Avion Travel, teatrante e attore impegnato, Peppe Servillo, è un artista completo che sorprende di volta in volta per la capacità di adattarsi alle forme d’espressione più varie. Eclettico e versatile, comico e drammatico, è uno dei volti più interessanti della cultura italiana. Con la sua mimica veste le canzoni e racconta versi con poeticità. Nel 2000, con gli Avion Travel, vince la cinquantesima edizione del Festival di Sanremo, con la canzone “Sentimento”; l’anno successivo collabora con il maestro Ennio Moricone alla colonna sonora del film Aida degli alberi. Protagonista d’eccellenza di numerosi film, tra cui i recenti Paura (2012) e Into Paradiso (2011).

 

 

 

Cesare Catà

Insegnante e Dottore di Ricerca in Filosofia, è autore di racconti fantasy e testi teatrali. Ha tradotto e curato testi filosofici e letterari dal latino, dall’inglese, dal francese. I suoi ambiti di ricerca si rivolgono principalmente alla filosofia del Rinascimento, all’estetica, alla letteratura anglo-irlandese. Tra le sue pubblicazioni: La Croce e l’Inconcepibile. Il pensiero di Nicola Cusano tra filosofia e predicazione (Macerata, 2009); Perspicere Deum, Nicholas of Kues and the Art of Fifteenth Century (UCLA, 2008); Tra i Monti Sibillini, l’Irlanda e la Terra di Mezzo – Escursione nella filosofia del fantastico (Il Cerchio, 2012)

 

Simonetta Paradisi

Avvocato, Fondatrice e Presidente dell’Associazione culturale “Smeriglio”. Mediatore culturale, da anni progetta e realizza eventi culturali di ampio respiro, che si propongono quali luoghi di incontro, di riflessione e di comunicazione. E’ l’ideatore e Direttore artistico del Festival “Le Parole della Montagna”, giunto alla sua terza edizione. Intuito, passione e caparbietà le permettono di realizzare eventi unici e di alta qualità.