↑ Return to 22 LUGLIO 2012

Descrizione escursione sul Pizzo Berro

Da Pintura di Bolognola proseguire sulla strada bianca che porta in circa 8km al Rifugio del Fargno. Occorre prestare attenzione sulla strada bianca che porta al rifugio e procedere a velocità moderate, in quanto alcuni tratti sono dissestati ma comunque ben percorribili. Arrivati al rifugio e parcheggiate le auto si inizia a percorre il sentiero che porta a forcella Angagnola, il sentiero dopo un brevissimo tratto di salita percorre a mezza costa il versante occidentale di Pizzo Tre Vescovi . Il sentiero morbido e molto agevole conduce in 20 minuti a forcella Angagnola, una splendida sella tra Pizzo Berro e Pizzo Tre Vescovi che separa la valle del fiume Ambro dalla Val di Panico. Il panorama particolarmente suggestivo permette di godere della vista del Monte Bove Nord, del Monte Priora e del Castel Manardo.

Proseguendo verso sud il sentiero inizia a salire verso Pizzo Berro. E’ importante rimanere sul sentiero, che in alcuni tratti si fa abbastanza ripido, ma comunque agevole e ben evidente. Il sentiero percorre un bellissimo tratto di cresta e in circa quaranta minuti porta sulla vetta di Pizzo Berro, una delle vette più interessanti dei Monti Sibillini. Si arriva oltre i 2100m e da qui il panorama è davvero aereo; è infatti è possibile scorgere a 360° tutte le maggiori vette dei Monti Sibillini dal monte Vettore  al Monte Sibilla, dal Monte Priora al Monte Bove.

Il rientro si effettua sul percorso dell’andata prestando attenzione nei tratti scoscesi resi un po’ scivolosi dal fondo ghiaioso presente sul sentiero. L’escursione breve e non troppo impegnativa necessita di un minimo di allenamento per affrontare il tratto di salita che porta a Pizzo Berro, ma nel complesso si tratta di un itinerario facile.

Materiale Necessario:        

Scarponcini da Trekking (obbligatori), zainetto, borraccia, indumenti pesanti, crema solare, occhiali da sole, cappello.