Un festival per elevare lo sguardo, scoprire le radici, cercare il sacro, aprirsi all’inatteso…

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

DOM 11/07

ore 14:30
Monti Sibillini
[ esperienza]

RESPIRI DI ALTA QUOTA

Lezione-spettacolo “Nell’incanto di Calypso”
di Cesare Catà, con Cecilia Menghini
Musiche di Maurizio Serafini

Ai piedi del Monte Vettore, nel cuore del Parco dei Sibillini, uno spettacolo di suoni, respiri e parole, che racconta nei suoi significati mitologici, simbolici e culturali la figura letteraria di Calypso delineata nell’Odissea di Omero, i suoi risvolti drammatici, la sua psicologia e la sua forza come archetipo. Letture drammatiche, recitazione, musiche originali e uno storytelling si alternano per un approfondimento ermeneutico e filologico che si mescola naturalmente con l’ironia della stand-up comedy.
Escursione con percorso a scelta
Lo spettacolo è da raggiungere rigorosamente a piedi, scegliendo il proprio cammino!
A. Da Altino di Montemonaco (3,5 km con 200 metri di dislivello, circa un’ora e mezza) tra boschi, prati e torrenti, seguendo un tratto del Grande Anello dei Sibillini. Partenza libera, il nostro suggerimento è di partire con calma, godersi la camminata e respirare l’aria di montagna!
B. Oppure per i più allenati e volenterosi, un’escursione di 6 ore con 900 metri di dislivello che raggiungerà il luogo dello spettacolo passando per l’aerea cresta del monte Banditello (partenza da Altino alle ore 7:30, guidati dal CAI Amandola; necessaria prenotazione entro il giovedì precedente a Marco Rossi 328 7062557 o Marco Fiori 346 7380881).
C. In alternativa possibilità di raggiungere lo spettacolo in mezz’ora (circa 150 metri di dislivello da Colle di Montegallo).
Cosa portare
Per tutte le escursioni si raccomanda l’uso di abbigliamento e calzature adatte alla montagna, acqua, maglia di ricambio, giacca o felpa, cappello e occhiali da sole, un telo o un materassino per sedersi durante lo spettacolo.
Escursione organizzata dal CAI Sezione di Amandola.