Un festival per elevare lo sguardo, scoprire le radici, cercare il sacro, aprirsi all’inatteso…

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Monteleone di Fermo
Montefalcone Appennino
Smerillo

SAB 16/07

ore 09:00
Smerillo

Forest bathing

con Fabio Perticarini

Attiviamo i nostri sensi, per connetterci alla forza armonizzante della natura e fare esperienze di ascolto dei suoni del bosco, respirarne i profumi, osservare la luce per cogliere le sfumature dei colori. Saranno le piante che ci guideranno in una esplorazione fuori e dentro noi stessi, lasciandoci alla fine più sereni e rilassati.
ore 09:00
Smerillo

Perdersi o abbandonarsi?

Yoga con Francesca Gregori

Una seduta di yoga è un “luogo” in cui non ci si perde, piuttosto si abbandona qualcosa di vecchio in noi per affacciarci e sperimentare il nuovo. Rilassamento e allungamento muscolari – “abbandono” fisico – alla base dello Hata Yoga, favoriscono, infatti, analoghi stati emotivi e mentali e rappresentano porte che si aprono verso livelli di coscienza più sottili. Il respiro consapevole favorisce la sintonizzazione con il nostro ritmo interiore, diverso da quello che solitamente caratterizza il nostro vivere quotidiano. Il presupposto di tutto questo sono sempre l’ascolto e la percezione del proprio corpo.
ore 09:30
Smerillo

Perdersi a piedi nudi

Barefoot con Andrea Bianchi

Andrea Bianchi – lo scrittore e barefooter amico del Festival – ci accompagnerà in una inusuale camminata a piedi nudi tra le vie di Smerillo senza l’uso della vista: per perdere l’orientamento ordinario della mente e (ri)trovare quello più antico e profondo del radicamento nel Luogo.
ore 10:00
Smerillo

Orienteering

con Alessandro Tossici

L’Orienteering è uno sport completo e anche un gioco divertente; impegna fisico ed intelletto, può essere praticato a tutte le età e in tutte le stagioni. I requisiti di base sono semplici, il terreno, la carta topografica specifica per l’orienteering e la bussola. Due sessioni, una per bambini e una per adulti. Perdersi non è mai stato così divertente!
ore 12:00
Smerillo

Magic Comic Show

di e con Gino Lanzieri

Curiosità, mistero, sorpresa, ironia, sono gli ingredienti del teatro magico di Gino Lanzieri. Perdersi nel divertimento non è mai stato così facile!
ore 11:00
Smerillo

AGORÀ POETICA

Perdersi non è perdere

Perché si possa crescere, nella vita, spesso è indispensabile perdersi e mollare le redini, per potersi aprire a un arricchimento, a un’altra esperienza che vivifichi la nostra. A un ascolto – anche di sé – perché l’inespresso possa trovare la sua strada.

Ne parlano attraverso la parola della poesia, Filippo Davoli Massimiliano Bardotti, Gregorio Iacopini, Laura Corraducci e Annalisa Ciampalini.

ore 16:45
Smerillo

Perdersi nel labirinto della storia

Stefano Zamagni in dialogo con Luigi Maffezzoli

La crisi climatica, le migrazioni, la pandemia, la guerra provocano immensi squilibri e disuguaglianze. I grandi obiettivi e le grandi speranze sembrano diventate illusioni. All’orizzonte si prospettano rincari, fame, carestie. L’economia che, con la globalizzazione, prometteva maggiore prosperità per tutti ha fallito e la politica sembra non avere risposte su nulla. Come uscire dal labirinto dove ci si è infilati? Il grande economista Stefano Zamagni ci offre le prospettive di una economia sostenibile ed un nuovo modello di benessere. STEFANO ZAMAGNI Economista e professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna, apprezzato in tutto il mondo per i suoi studi in materia di economia sociale. È direttore dell’Osservatorio Nazionale per la Famiglia. Dal 2019 è presidente della Pontificia accademia delle scienze sociali. Autore di numerosi contributi al dibattito culturale e scientifico e di infinite pubblicazioni – libri, volumi, saggi – di carattere scientifico, fra cui Economia civile e sviluppo sostenibile. Progettare e misurare un nuovo modello di benessere (AA.VV., Ecra, 2019), Responsabili. Come civilizzare il mercato (Il Mulino, 2019), Disuguali. Politica, economia e comunità: un nuovo sguardo sull’ingiustizia sociale (Aboca, 2020).
ore 18:00
Smerillo

Tenerissimo Amore

Massimiliano Bardotti presenta
la poesia di Filippo Davoli

Perdersi in Dio non può mai essere un fatto dottrinale. È necessario, invece, un incontro nella carne. E un’assoluta precarietà, proprio come quando ci si innamora.
FILIPPO DAVOLI Poeta, nato a Fermo, vive e lavora a Macerata. Ha diretto fino all’ultimo numero la rivista “Ciminiera”, è tradotto e pubblicato in Francia a cura di Daniel Bellucci. È compreso in antologie quali La poesia delle Marche. Il Novecento e oltre (Affinità Elettive, 2021, a cura di Guido Garufi). I suoi ultimi libri sono Dentro il meraviglioso istante (Carta canta, 2021), Tenerissimo amore (Industria e Letteratura, 2022).
ore 18:30
Smerillo

Sibilla spritz time

Aperitivo della distilleria Varnelli

ore 19:00
Smerillo

Perdersi per ritrovarsi

con Marco Vannini

“Conosci te stesso, e conoscerai te stesso e Dio”, ammonivano la sapienza greca e quella cristiana. Il cammino per conoscere noi stessi, il nostro vero essere, è innanzitutto un cammino di distacco: si tratta infatti di perdere ciò che è superficiale, accidentale, per trovare la luce che sempre risplende, nel “fondo dell’anima”. Sono i grandi mistici, di ogni tempo e di ogni luogo, a farci da guida in questo cammino.
MARCO VANNINI È il maggior studioso italiano di mistica speculativa. Laureato in filosofia e teologia, è stato Professore di filosofia antica presso l’Università di Firenze e di Storia della mistica all’Istituto di Scienze religiose di Trento. Traduttore e curatore di testi di mistica cristiana, ha riportato alla luce autori dimenticati, come Eckhart o Silesius, coltivando anche il confronto con culture e religioni non cristiane. Autore di numerose pubblicazioni, fra cui: Lessico mistico. Le parole della saggezza (Le Lettere, 2013), Mistica, psicologia, teologia (Le Lettere, 2019), Introduzione alla mistica (Le Lettere, 2021).
ore 22:00
Smerillo

Così Rossi che più Rossi non si può

Spettacolo teatrale con Riccardo Rossi

Riccardo Rossi impagina in un unico spettacolo vent’anni di carriera, portando sul palco i suoi innumerevoli ritratti di persone e situazioni analizzate nel suo modo assolutamente visionario e dissacrante. Michael Jackson che sfida Albano, una festa di matrimonio che dura più del matrimonio stesso, l’acquisto dell’agenda più famosa del mondo, la Filofax, le lettere alla rubrica della “Salute di Repubblica”, l’età dell’innocenza che tutti noi abbiamo vissuto alle elementari, sono alcuni momenti di un’intera carrellata di situazioni che Rossi ha stigmatizzato con la sua follia comica durante la sua carriera. Rossi esagera ma non troppo, giudica ma non troppo, dipinge un quadro della quotidianità che se visto con i suoi occhi diventa grottesco ma non innaturale, perché in fondo è veramente un po’ così. Insomma, Riccardo Rossi in questo show la vede “alla Rossi”, in un modo che più Rossi non si può!
RICCARDO ROSSI Ha lavorato tra cinema, pubblicità e televisione con i più grandi registi italiani: Dino Risi, Giuseppe Tornatore, Alessandro D’Alatri. Nel 2002, debutta a teatro come autore e attore. In televisione ha condotto Assolo, la carrellata di comici in onda su La7 e i collegamenti di Quelli del calcio. È collaboratore di Rosario Fiorello come autore ed è stato ospite fisso del Fiorelloshow. Dal 2011 al 2014 è andato in onda in tv con “Cuochi & Fiamme” su La7d e su “DOVE TV” con “Conosco un posticino”. Ha scritto e pubblicato due libri: Pagine Rossi (Mondadori) e Alla mia età (Baldini Castoldi Dalai). Il 19 Marzo del 2015 è uscito “La prima volta (di mia figlia)” che lo ha visto debuttare nelle vesti di regista.