Un festival per elevare lo sguardo, scoprire le radici, cercare il sacro, aprirsi all’inatteso…

Iscriviti alla newsletter

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

MER 18/07

ore 21:30

Montefalcone Appennino

[ alpinismo ]

ARRAMPICARSI SULLE VETTE DELL'IRAN

con Nasim Eshqi

Quando Nasim inizia a dedicarsi all’arrampicata, dopo essere stata campionessa di kickboxing 10 volte di seguito, in Iran le donne climber e che praticavano all’aperto erano poche. Scopre in modo casuale l’alpinismo, quando, da studentessa all’Università di Teheran partecipa ad una spedizione sulla montagna più alta dell’Iran (il Monte Demavand 5610 m); nonostante il fallimento della spedizione e ed i suoi 23 anni capisce che questa è la sua vera passione.

Nasim è l’unica che ha fatto del climbing una professione, aprendo nuove vie non solo nel suo Paese, ma anche in Armenia, Georgia, Oman, India e Turchia. Ora insegna alle nuove generazioni. Trascorre 6 mesi all’anno ad allenare e ad arrampicarsi in Iran per poi girare il mondo alla ricerca di nuove vette da scalare, persone da incontrare, luoghi da vedere, culture da comprendere e si sente a casa ovunque.

Ama scalare per migliorarsi sia alpinisticamente che interiormente. Non si lascia mai intimorire dai rischi che corre quando è nel vuoto perché quando arrampica si sente libera. Crede fortemente che l’alpinismo possa avere una valenza culturale importante per il mondo odierno e lo esprime dicendo che “sia uomini o donne, bianchi o neri, iraniani o tedeschi, americani o britannici, ricchi o spiantati la forza di gravità ci fa cadere tutti allo stesso modo”.

SITO WEB