Un festival per elevare lo sguardo, scoprire le radici, cercare il sacro, aprirsi all’inatteso…

Iscriviti alla newsletter

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

2012 LA VETTA E L’ABISSO

Utilizzando le metafore che la montagna offre, il Festival propone quest’anno una riflessione sulla complementarietà dell’ascesa e della  discesa, la compresenza nell’animo umano della spinta verso la verticalità e l’attrazione verso il basso, elementi inseparabili nel movimento dell’animo umano che per potersi rinnovare deve scendere nel proprio sé per ascendere poi la propria vetta. Nel panorama letterario e nelle riflessioni filosofiche emerge spesso la necessarietà di tali figure complementari, nell’affermazione che la conquista della vetta (il rinnovamento) passa attraverso l’esplorazione dell’abisso (l’approfondimento). È il percorso dello stesso Dante alla ricerca della sua Beatrice: per ascendere in Paradiso è costretto  a scendere negli antri infernali per superare la prova audace di dover oltrepassare due volte l’Acheronte. Il tema viene trattato da diverse angolature, a cominciare da un approccio filosofico, passando per un’introspezione nella psiche umana, per giungere a riflessioni più propriamente spirituali. L’esperienza dell’ascesa e della discesa, raccontata dagli uomini di montagna che interverranno, tra cui il famoso alpinista Fausto De Stefani, completano la riflessione sottolineando la simbolica personale avventura che l’escursione in montagna rappresenta.