Un festival per elevare lo sguardo, scoprire le radici, cercare il sacro, aprirsi all’inatteso…

Iscriviti alla newsletter

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Subscribe elementum semper nisi. Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae eleifend ac, enim. Aenean vulputate eleifend tellus.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

2016 VERTIGINE

A partire dalla consapevolezza che ognuno di noi vive un qualche senso di spaesamento e di inadeguatezza, vogliamo trasformare questa sensazione in un punto di forza, facendoci aiutare in questa edizione del Festival da artisti, filosofi, funamboli, teologi, psichiatri, alpinisti e poeti.
La parte propriamente culturale del Festival sarà dedicata ai temi della psiche, del sacro, della scienza e del post-umano. La tensione mistica nelle religioni monoteistiche sarà tematizzata dai rappresentanti di ebraismo, islam e cristianesimo che cercheranno di mostrare come non possa esserci tensione al sacro senza alterità. La filosofia ci accompagnerà nei remoti anfratti della “vertigine dell’amore inconfessabile”, attraverso una lezione-spettacolo su Soren Kierkegaard. L’esperienza funambolica, esperienza-limite per eccellenza collegata alla vertigine, sarà il punto di partenza del racconto in prima persona di un grande filosofo-funambolo capace di “camminare nel cielo dentro la vertigine”. Al nodo del rapporto tra scienza ed etica risponderanno un filosofo della scienza e un teologo che si affacceranno “sull’orlo del futuro” per aiutarci a capire il presente.